Fermata № 5.

Alla Fondazione del muro del dongione(maschio) quadrato.

Secondo alcuni ricercatori, il castello di Nevytske nel XIIIo secolo esisteva già. Nella prima fase della sua presenza, il castello era un dongione circolare in pietra di almeno due piani, circondato da fortificazioni in legno. Qui vediamo i resti delle fondamenta. Questa è una torre solida con un diametro interno di 5metri e 50 ed uno spessore del muro fino a 2 metri e 40. E’ interessante sapere che le soluzioni per muratura del dongione non contenevano assolutamente additivi alla base di calce. Una parte del dongione rotondo col tempo fu rovinata dalle successive ricostruzioni e dalla realizzazione di un pozzo. Non sappiamo certamente il periodo della prima ricostruzione del castello, ma all’ inizio del XIVo secolo fu erretto il dongione quadrato che vediamo qui. Sotto si vedono bene i resti della fondamenta della torre rotonda.
Durante le diverse ricerche archelogiche nella parte fortificata, sono stati trovati dei frammenti di vetro piano e tondo di colore verde scuro e marrone. Questa fabbricazione del vetro si chiama in ucraino “hutna” e significa la tecnologia della soffiatura del vetro nelle fornaci prima della lavorazione. Tutti i prodotti venivano fatti a mano. Gli artigiani rotolavano le gocce calde su un dispositivo tipo centrifuga e facevano delle lastre di vetro, componendo alla fine stampi rotondi artistici con varie sfumature. Li usavano come finestre vetrate che sono state inserite in un telaio di legno. Successivamente, appare una nuova tecnica, quando questi stampi si collegano tra loro con degli elementi di fissaggio in piombo. La forma degli stampi era tonda, ecco perche questa tecnica si chiamava “lunare”. Gli archeologi hanno trovato tante serrature di piombo, quindi possiamo certamente dire che le finestre del castello sono state vetrate.

Il processo di completamento dei locali è stato effettuato gradualmente con le esigenze crescenti dei proprietari. Di solito, esso durava per anni. Il periodo del massimo splendore del castello di Nevitske cade dalla fine del ХVo secolo e alla fine di XVIo secolo.
Nel cortile centrale gli archeologi hanno trovato una grande quantità di attrezzature domestiche, armi ed utensili. Questo significa che il castello ha continuato la sua vita attiva economica e politica sia nel XVIo secolo che nel XVIIo secolo.
L’argomento interessante del castello di Nevytske è anche il suo sistema di riscaldamento, grazie all’aiuto delle stufe maioliche. Gli archeologi dicono che queste stufe appaiono qui nella prima metà del XVo secolo.
Qual è il valore del castello di Nevytske? Perché la popolazione di Transcarpazia è orgoliosa di esso? Prima di tutto, perché questa attrazione turistica è abbastanza ben conservata e molto autentica. Dopo la distruzione, il castello non è stato più usato; e, di conseguenza, qui non sono state fatte alcune modifiche. La fortezza si è ben conservata preservando le sue proprietà difensive e mostrando tutte le fasi dello sviluppo della fortificazione europea.